ABC Diamante esulta, più fondi per i borghi italiani del Sud

Nel 2018 un nuovo bando assegnerà venti milioni di euro per incentivare la destagionalizzazione turistica per i ‘Borghi più belli d’Italia’, nell’ambito del PON Cultura 2014-2020. Musica per le orecchie del Consorzio ABC

 

DIAMANTE (CS) – Filtrava da alcuni giorni, ma adesso è ufficiale la notizia di un finanziamento di 20 milioni di euro aggiuntivi da parte del Mibact per favorire la destagionalizzazione nei comuni a forte vocazione turistica che sono entrati a far parte dei ‘Borghi più belli d’Italia’. Condivide l’entusiasmo anche il Consorzio Albergatori ABC di Diamante, con la sua proattiva verve di eventi programmati sul territorio: “Siamo fortemente soddisfatti per il risultato ottenuto grazie alla quantità enorme di energia e forze profuse in questo progetto” dichiarano dall’Associazione il Presidente Franco Magurno e il Project manager Sergio Gimigliano – “E’ la dimostrazione che avevamo visto giusto e lontano, e a distanza nemmeno di molto tempo, dato che il progetto è partito solo a maggio di quest’anno, e a distanza di soli 6 mesi arrivano già i primi risultati”. Aggiunge Gianfranco Pascale dall’Ufficio di Presidenza: “L’aspetto, tra l’altro, ancora maggiormente interessante, è che nel contesto del progetto il MIBACT e il Ministero della Pubblica Istruzione hanno sottoscritto un importante protocollo d’intesa volto ad indirizzare le gite scolastiche di tutte le scuole d’Italia verso i borghi e in particolare quelli del Sud, che va ad incrementare ancora di più un segmento già importante del lavoro delle strutture di Diamante”.

 

 

L’ufficialità dell’investimento per il Sud è avvenuto qualche settimana fa proprio per bocca del gerente del dicastero Dario Franceschini, nell’ambito del convegno Borghi, Mille Destinazioni. Investimenti, Economia e Turismo, l’evento di chiusura dell’Anno dei Borghi 2017, un progetto partorito in seno al Piano Strategico del turismo 2017-2022 che ha tra i propri obiettivi il rinnovamento e l’ampliamento della offerta turistica, la valorizzazione di nuove esperienze di viaggio più sostenibili e autentiche e la creazione di nuova occupazione. Il Ministro ha parlato di successo e occupazione, dati significativi suggellati da cifre: ” I numeri parlano chiaro, nel 2017 il turismo rurale e nei borghi è cresciuto a tassi a due cifre. E per incentivare ancora di più questa tendenza il Mibact ha appena approvato un nuovo bando per il 2018 che stanzia 20 milioni di euro per promuovere il turismo nei Borghi italiani che rientrano nell’area del Pon cultura”. Un trend finora beneaugurante nato a seguito della cosiddetta legge ‘salva Borghi’ che ha costituito il Comitato dei Borghi italiani, il quale a sua volta ha concluso i lavori del 2017 presentando la Carta dei Borghi, vale a dire un insieme di azioni concrete – dagli interventi infrastrutturali, alle strategie digitali e per l’accessibilità, alle politiche imprenditoriali – volte a garantire la valorizzazione delle piccole realtà che fanno grande l’Italia e il rilancio delle attività produttive e delle filiere imprenditoriali ad esse legate. Un nuovo bando, dunque, che vedrà la luce nel 2018 e di cui, oltre a Diamante, beneficeranno altri 23 borghi calabresi: Aieta, Altomonte, Buonvicino (fesca new entry di questo dicembre), Civita, Fiumefreddo Bruzio, Morano Calabro, Oriolo, Roseto Capo Spulico, San Giovanni in Fiore in provincia di Cosenza, Tropea e Pizzo Calabro in provincia di Vibo valentia; Isola Capo Rizzuto, Melissa e Santa Severina in provincia di Crotone; Bova, Gerace, San Luca, Scilla e Stilo in provincia di Reggio Calabria; Miglierina, Taverna, Cortale, Badolato in provincia di Catanzaro.

 

 

 

 

 

 

 

 

email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *